«Stiamo proiettando un film che il Paese non conosce»

Chi non ha mai vissuto sulla propria pelle lo stato d’emergenza non può sapere quanto possa essere subdola e dura la limitazione delle libertà individuali.

Il fatto è che oggi lo stato d’emergenza lo stanno vivendo sulla loro pelle tutti gli italiani, magari senza accorgersene: siamo in emergenza, per questo abbiamo un Governo di perfetti sconosciuti – che per molti è meglio del precendente. Già. Ma esattamente, perché è meglio del precedente? E’ davvero “meglio” da un punto di vista “politico”? – che decide quel che dovrà essere del nostro futuro.

Un Governo che non deve rendere conto a nessuno. Un Governo che è venuto per mettere a posto le cose, esattamente come quel Guido Bertolaso che si affacciò all’Aquila e disse: «Noi siamo qua per servire».

Il volto buono del potere e l’emergenza, la sensazione di dover essere grati e la propaganda sono un’alchimia letale per la libertà.

Comando e controllo genera anticorpi. Ma è ancora un film che il Paese non conosce. Come dice uno dei protagonisti di questo primo video “virale” tratto dal film.

Alberto Puliafito (@albertopi)
Comando e Controllo (@statodemergenza)


***

Prenota la tua copia di Comando e controllo sostenendo la distribuzione dal basso e indipendente su Produzioni dal basso.

Tags: , , , ,

Leave a Reply

Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported
This work by Shockjournalism is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported.