Il problema non era Berlusconi

Stolti, tutti coloro che ci hanno convinto per anni che il problema fosse Silvio Berlusconi nella sua persona. Stolti tutti coloro che hanno semplicemente gridato “No” in maniera acritica. Che hanno contestato tutto senza capire cosa contestavano. Che hanno posto futili questioni morali e si sono concentrati sul bunga bunga non sapendo più come fare a farlo “cadere”.

Stolti. O comunque funzionali al potere.

Il risultato di questo ventennio di antisistema che non ha saputo proporre idee alternative è un paese sotto shock, incapace di riconoscere in qualcuno che ha il volto buono ed elegante della moralità la naturale continuità del “re del bunga bunga”. Non nella forma, per carità. Ma nella sostanza sì.

Anzi. Visto che ora i tecnici-politici sono morali e moralizzatori, per quel senso di inferiorità dell’italiano medio nei confronti dei “professori al governo” – complici quegli stessi antisistemici che ora esaltano tutto e tutti, altrettanto acriticamente -, possono fare tutto quello che vogliono. E l’antisistema anti-B. mostra, ora, tutti i suoi difetti e tutte le sue colpe.

Allo stesso modo, il problema dell’Aquila non era Berlusconi, ma il sistema. La shock economy, il capitalismo dei disastri, il neoliberismo che vede nella crisi un’opportunità non sono invenzioni di Berlusconi: lui, semplicemente, li incarnava in quel periodo storico.

Gli uomini passano, i sistemi restano. E così, oggi, in nome della crisi, ecco l’opportunità di trasformare l’Italia secondo quegli stessi dettami neoliberisti che Berlusconi avrebbe adottato in egual misura.

L’antisistema sta a guardare, anacronistico.

Le “profezie” di Comando e controllo, invece, si stanno drammaticamente verificando.

Alberto Puliafito (@albertopi)
Comando e Controllo (@statodemergenza)

***

Prenota la tua copia di Comando e controllo sostenendo la distribuzione dal basso e indipendente su Produzioni dal basso.

Tags: , , , , , , ,

One Response to “Il problema non era Berlusconi”

  1. shockjournalism » Blog Archive » «Stiamo proiettando un film che il Paese non conosce» Says:

    [...] siamo in emergenza, per questo abbiamo un Governo di perfetti sconosciuti – che per molti è meglio del precendente. Già. Ma esattamente, perché è meglio del precedente? E’ davvero “meglio” da [...]

Leave a Reply

Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported
This work by Shockjournalism is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported.