LO SHOCK

shock [/Sok/]

voce inglese, derivata di “to shock” (colpire).
s. m. invar.
1. (med.) reazione organica violenta indotta da uno stimolo intenso di natura fisica o psichica
2. (estens.) emozione improvvisa e violenta; impressione, ripercussione profonda

In una situazione di shock è più facile imporre nuovi modelli, fare tabula rasa e perseguire scopi che nulla hanno a che vedere con il normale vivere democratico, imporre sacrifici o misure restrittive.
Uno shock può essere naturale o dipendere da cause umane. Può essere istantaneo o prolungato. Può essere soggettivo o collettivo.
L’Italia è un Paese in stato di shock collettivo permanente, per cause umane.
I media e la comunicazione sono uno strumento molto potente per mantenere lo stato di shock e per impiantare un nuovo linguaggio, una narrazione che riscrive il pensiero, la società, la cultura.
Gli operatori dei media indipendenti e della comunicazione in Italia operano in un contesto di shock.
Operano, dunque, in emergenza.

Alberto Puliafito
Shockjournalism.info

Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported
This work by Shockjournalism is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported.