Centomila euro al minuto. La parata del 2 giugno

Posted in Croce Rossa - Il lato oscuro della virtù on June 2nd, 2012 by Alberto

Nel terzo capitolo del mio Croce Rossa – Il lato oscuro della virtù, che propone in copertina una crocerossina (nel libro si spiega perché) c’era un passo dedicato anche alla parata del 2 giugno.

Centomila euro al minuto

Quel che dovrebbe sapere, il cittadino, è che le manifestazioni pubbliche costano. E che sono soldi pubblici, quelli che vengono spesi. Secondo Giulio Marcon e Massimo Paolicelli, che promuovono la campagna «Sbilanciamoci», la parata del 2 giugno costa, generalmente, circa 10 milioni di euro. Naturalmente, nel bilancio del ministero della Difesa non c’è il capitolo parata e i costi sono aggrhegati ad altri capitoli di spesa, quelli della gestione ordinaria per ciascuna arma.
Eppure, La Russa, che, da quando è Ministro della Difesa si gusta la sfilata con un sorriso paragonabile solamente a quello di un bambino che ha appena mangiato il panettone e sta per scartare i regali di Natale, lo scorso anno ha ammesso che, per far fronte all’emergenza all’Aquila, la parata era stata accorciata nella sua durata. Un taglio di 10 minuti che, secondo lo stesso Ministro, aveva permesso un risparmio di un milione di euro (in realtà il risparmio è dovuto al conseguente riduzione delle tribune ai Fori imperiali, ma l’idea di associare soldi a minuti, giacché il tempo è denaro, è decisamente più d’impatto).
Quindi, per farla breve, un minuto di parata del 2 giugno ci costa circa 100mila euro. Stimati al ribasso, perché non si tiene conto delle altre spese disaggregate – per esempio, i vigili urbani in straordinario. In tempi di tagli selvaggi, dieci milioni di euro – al ribasso – in fumo in 90 minuti non sono pochi.

Da «Croce Rossa – Il lato oscuro della virtù»
Alberto Puliafito
@albertopi

Tags: ,

Sparare sulla Croce rossa

Posted in Croce Rossa - Il lato oscuro della virtù, Libri on May 27th, 2011 by Alberto

Croce Rossa - Il lato oscuro della virtù

Dalla premessa a Croce rossa – Il lato oscuro della virtù di Alberto Puliafito

“E senza dubbio il nostro tempo […]
preferisce l’immagine alla cosa, la copia all’originale, la rappresentazione alla realtà, l’apparenza all’essere […]. Ciò che per esso è sacro non è che l’illusione, ma ciò che è profano è la verità. O meglio, il sacro si ingrandisce ai suoi occhi nella misura in cui al decrescere della verità corrisponde il crescere dell’illusione, in modo tale che il colmo dell’illusione è anche il colmo del sacro”
Feuerbach, Prefazione alla seconda edizione di L’essenza del cristianesimo

«Non vorrai mica sparare sulla Croce rossa, adesso».

Me lo dice un’amica che mi scova – letteralmente – in un piccolo locale di Vanchiglia, accogliente quartiere torinese. Un’ambulanza è appena passata accanto a noi e in altri tempi non ci avrei fatto caso, ma ora sono sommerso di carte, relazioni, documenti che riguardano la Croce rossa e quando vedo un’ambulanza avverto quello stesso effetto che si prova quando hai appena comprato una macchina e ti sembra che tutti ce l’abbiano uguale.

L’ambulanza, per la cronaca, non era della Croce rossa, ma di una delle tante strutture private che operano nel campo del primo soccorso.

Sarà poco moderno, ma non riesco a fare a meno della carta su cui sottolineare e scrivere per intrecciare dati, nomi e numeri per conoscere, capire e poi provare a spiegare: è il primo passaggio, per me fondamentale, di un’inchiesta.

Il secondo sarà abbandonare le carte e immergermi nella realtà che dovrò raccontare: parlare con le persone e viverle. Con una certezza: non sarà facile.

Quando l’amica mi scova in quel locale, ho appena iniziato il mio lavoro e sono sommerso di incartamenti da studiare per capire il mondo della Croce rossa italiana. In particolare, sto studiando la Relazione sulla verifica amministrativo-contabile del Dipartimento ragioneria generale dello Stato (20 febbraio 2008 – 16 giugno 2008).

Capisco ben presto che la quantità di lati oscuri e scandali più o meno evidenti fra cui dovrò districarmi è notevole. Eppure, prima di tutto, devo affrontare un altro problema, molto più importante, per non correre il rischio di vanificare tutto il mio lavoro: la stesura di questa premessa.

«Non vorrai mica sparare sulla Croce rossa, adesso» racchiude in una frase tutti i rischi del libro che sto cominciando. Ho scritto della Protezione civile di Bertolaso nella mia inchiesta Protezione civile Spa e conosco bene le trappole dialettiche cui si sottopone l’autore di un lavoro critico, magari anche duro, dove si parla di chi, nell’immaginario collettivo, fa del bene. In Croce rossa ci sono i volontari, esattamente come in Protezione civile, e non puoi parlare male dei volontari, se non vuoi sentire obiezioni che iniziano con un Come si permette?
Read more »

Tags: ,

{Leggi/preview} “CROCE ROSSA. Il lato oscuro della virtù” – Capitolo 1

Posted in Croce Rossa - Il lato oscuro della virtù, Libri on April 8th, 2011 by Alberto

“CROCE ROSSA
Il lato oscura della virtù”
di Alberto Puliafito

Aliberti editore, 2011

Dal 07/04/2011 in tutte le librerie
Pagine: 264 | € 17,00 | ISBN: 9788874247059

1. Sparare sulla Croce rossa
Premessa, tesi, metodo e patto coi lettori

“E senza dubbio il nostro tempo […]
preferisce l’immagine alla cosa, la copia all’originale, la rappresentazione alla realtà, l’apparenza all’essere […]. Ciò che per esso è sacro non è che l’illusione, ma ciò che è profano è la verità. O meglio, il sacro si ingrandisce ai suoi occhi nella misura in cui al decrescere della verità corrisponde il crescere dell’illusione, in modo tale che il colmo dell’illusione è anche il colmo del sacro”
Feuerbach, Prefazione alla seconda edizione di L’essenza del cristianesimo

«Non vorrai mica sparare sulla Croce rossa, adesso». Read more »

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Due milioni in tre anni, la Croce rossa prende il 5xmille, ma non ne ha diritto

Posted in Articoli, Il Fatto Quotidiano on April 8th, 2011 by Alberto

La Croce Rossa Italiana riceve dall’Agenzia delle Entrate i soldi del 5 per mille. Oltre 2 milioni di euro in tre anni. Ma secondo la stessa Agenzia delle Entrate, non ha diritto di riceverli. E’ un paradosso tutto italiano. E l’Italia trova, nella Croce Rossa, un esempio di come si avvolgano, in un groviglio inestricabile, burocrazia, norme, negligenza, mancanza di trasparenza, flussi di denaro fuori controllo. Read more »

Tags: , , , , , , ,

CROCE ROSSA. Il lato oscuro della virtù – di Alberto Puliafito

Posted in Croce Rossa - Il lato oscuro della virtù, Libri on April 7th, 2011 by Alberto

Read more »

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported
This work by Shockjournalism is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported.