Come ti riformo la Protezione Civile. E i giornalisti

Posted in Protezione Civile on April 12th, 2012 by Alberto

Oggi il telefono è diventato incandescente. Come mai? Be’, qualcuno si è ricordato dell’esistenza di Protezione Civile SpA e siccome domani arriva in Consiglio dei Ministri la riforma del Dipartimento, allora era la giornata delle spiegazioni, dei confronti, dei “cosa ne pensi”.

Bene, molto bene, che ci si interessi di certi argomenti argomenti. Anche se, purtroppo, l’attualità e la notiziabilità rendono gli spazi di approfondimento sostanzialmente impossibili e con tempi umanamente inverosimili da organizzare.

Fatto sta che, mentre sono partiti i titoloni sugli sms da tassare per rifinanziare il Fondo di Protezione Civile – titolo facile, notizia facile, indignazione facilissima -, pare che la norma sia già rientrata, anche se al momento risulta presente nella bozza di decreto, all’Art.5-quinquies, come alternativa alle accise sulla benzina e previa deliberazione del Consiglio dei Ministri.

Personalmente, mi appresto a leggere – questione di poco tempo – l’intera bozza prima di farmi un’idea precisa della riforma in atto.

Va comunque fatta una precisazione: quella che verrà discussa domani in Consiglio dei Ministri è la bozza di un Decreto Legge. Che potrà essere emendato nei 60 giorni successivi, in forma migliorativa o peggiorativa.

L’ansia dei giornalisti per il titolone, invece, quella non si vede come migliorarla

Alberto Puliafito (@albertopi)
Comando e Controllo (@statodemergenza)

Read more »

Tags: , , ,
Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported
This work by Shockjournalism is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported.